20 Glocal Film Festival

CUBAN DANCER, GLI ATOMICI FOTONICI E TUTTI I PREMIATI DEL 20° GLOCAL!

Si è conclusa la 20ª edizione del Glocal Film Festival che, adattatasi alla formula digitale, per 5 giorni ha proposto 33 titoli tra documentari e cortometraggi sulla piattaforma streaming dedicata al cinema indipendente streeen.org.

Applausi ai vincitori e a tutti coloro che hanno preso parte alla gara.

Concorso documentari – PANORAMICA DOC 2021

La giuria composta da Sarah Bellinazzi (Creative Europe Italia), Carlo Cresto-Dina (Produttore, Tempesta) e Matteo Marelli (Critico) assegna il

PREMIO TORÈT ALBERTO SIGNETTO Miglior Documentario (2.500€) a

Cuban Dancer di Roberto Solinas

Motivazione: Per la capacità di raccontare con una continua alternanza di sguardo, dal tenero al disincantato, cinque anni della vita durante i quali Alexis, giovane cubano, si trova a dover dare forma a una nuova identità in cui dovranno coesistere la cultura legata alle sue radici e quella propria della nuova realtà in cui si trova a vivere, quella statunitense. Per l’utilizzo di una regia molto precisa che alterna schemi narrativi diversi con l’obiettivo di coinvolgere e spiazzare lo spettatore per cogliere le contraddizioni private e sociali che il regista vuole mettere in luce.

 

Concorso cortometraggi – SPAZIO PIEMONTE 2021

La giuria formata da Davide Catalano (Corti in Cortile), Joana Fresu de Azevedo (Sedicicorto) e Roberto Gagnor (sceneggiatore), assegna

PREMIO TORÈT Miglior Cortometraggio (1.500 €) a

Gli atomici fotonici di Davide Morando

Motivazione: Per l’originalità del punto di vista sul rapporto padre e figlio, nella cornice di una commedia intelligente, garbata e fresca, capace di attirare l’attenzione di un pubblico variegato, con una delle canzoni più divertenti viste in un corto.

PREMIO MIGLIOR CORTO D’ANIMAZIONE (buono di 150€ offerto da Libreria Pantaleon – To) a

En Rang Par Deux, incontro con Aliou e Afif di Elisabetta Bosco, Margherita Giusti e Viola Mancini

Motivazione: Per aver sfruttato in modo innovativo ed inconsueto le possibilità dell’animazione, nel raccontare una storia che in altre mani sarebbe potuta risultare scontata.

PREMIO O.D.S. Miglior Attore (buono di 840€ per i corsi della Scuola O.D.S. Operatori Doppiaggio e Spettacolo) a

Zheng Naiqiao per l’interpretazione di Zheng in Zheng di Giacomo Sebastiani

Motivazione: Per lo spessore interpretativo e la capacità di giocare su stati d’animo diversificati, pur in una prima prova. Intensità ed introspezione accompagnano lo sviluppo narrativo del personaggio.

PREMIO O.D.S. Miglior Attrice (buono di 840€ per i corsi della Scuola O.D.S. Operatori Doppiaggio e Spettacolo) a

Enrica Cortese per l’interpretazione di Ludovica in Casa di Famiglia di Giulia Mello Ceres e Francesca Sofia

Motivazione: Per la capacità di variare dal leggero al drammatico, offrendo un’interpretazione misurata ed equilibrata ma sempre coinvolgente.

PREMI PARTNER Spazio Piemonte 2021

Premio Cinemaitaliano.info – Miglior Cortometraggio Documentario assegnato dalla redazione di Cinemaitaliano.info, consiste nella pubblicazione del corto sul portale Cinemaitaliano.info.

Vidas De Vidrio di Tommaso Valli e Daniele Giacometti

Motivazione: Per la capacità di addentrarsi in una comunità borderline e complessa, restituendo allo spettatore un’esperienza di vita lontana migliaia di chilometri e proponendo uno spaccato esistenziale unico.

Menzione specialeThe Weapons’ Reputation – An Investigation into the Geopolitics of Arms Trade di Cinzia Bongino

Premio Machiavelli Music – Miglior Colonna Sonora assegnato dal team di Machiavelli Music; la colonna sonora selezionata sarà pubblicata sui principali store online.

Luca Fois per le musiche, e Paolo Bonfadini e Federico Pari per la canzone La proprietà, nel corto Gli atomici fotonici di Davide Morando.

Motivazione: È la musica che trasforma e rinnova il legame tra un padre e un figlio che hanno un po’ perso l’abitudine l’uno all’altro. Ma la tematica è affrontata in modo leggero, divertente e il possibile conflitto viene scongiurato attraverso le note (stonate) di una canzone che racconta di un’intesa profonda tra padre e figlio, di una complicità che rimane viva e supera, con sfrontatezza, ogni limite. La musica racconta con tenerezza e ironia questo gioco di relazioni, dal quale traspare un’infanzia felice, che unisce, dà forza e che oggi può di nuovo portare lontano.

Premio Scuola Holden – Miglior Sceneggiatura assegnato dagli allievi del College Cinema della Scuola Holden coordinati dalla docente di sceneggiatura Sara Benedetti (buono di 450€ per partecipare a uno dei Wonderlabs)

Vidas De Vidrio di Tommaso Valli e Daniele Giacometti

Motivazione: L’immersione, in medias res, in un mondo a noi lontano, la graduale e dettagliata conoscenza dei personaggi, attraverso il lavoro, la famiglia, la vita e la morte, senza mai fermarsi allo strato superficiale e il susseguirsi di emozioni contrastanti dal retrogusto agrodolce, definiscono Vidas de Vidrio una scrittura bilanciata tra l’amaro e il favolistico.

 

Inoltre, al termine del periodo di disponibilità dei film sulla piattaforma streeen.org verranno assegnati i Premi del Pubblico al Miglior Corto e Miglior Documentario, offerto dall’Azienda vitivinicola Santa Clelia.

PREMI SPECIALI

Premio Comix – Miglior Corto Scuole (fornitura di kit scolastici a marchio Comix forniti da Franco Cosimo Panini Editore, per il miglior corto di giovani videomaker) a

Qua si gela di Martina Capruzzi (realizzato con la supervisione dei docenti Federica Carena, Silvia Guarrera e Luca Percivalle della 3ª Operatore Grafico 2020-2021 di Piazza dei Mestieri)

Motivazione: Per la capacità di strappare un sorriso e raccontare il mondo della scuola con leggerezza ed umorismo.

Premio Vecosell – Miglior Videoclip (buono di 100€ spendibile presso i negozi Vecosell – To, assegnato dal Glocal Film Festival e Seeyousound International Music Film Festival)

Julie Dancing For Brian Eno di Edoardo Brighetti, videoclip ufficiale della canzone Iris di Roger e Brian Eno

Premio Professione Documentario (premio in denaro di 500€)

We Are The Thousand di Anita Rivaroli

Motivazione: Il film viene premiato per la capacità, inaspettata, di emozionare intensamente, trovando la sua forza all’interno del nuovo scenario pandemico, e così la regista Anita Rivaroli, esordiente alla regia, si fa portavoce di un messaggio contemporaneo e potente: uniti ce la faremo.

Previous post

GLOCAL SU STREEEN: COME FUNZIONA?

Next post

PIEMONTE FACTORY 1° EDIZIONE

admin

admin

No Comment

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *