Domenica 10 marzo si è conclusa la 18ª edizione del gLocal Film Festival di Torino.
Dopo 6 giorni di rassegna che hanno portato in sala 60 film tra omaggi, concorsi e proiezioni speciali, la serata di PREMIAZIONE ha visto assegnare i premi ai film in gara nelle sezioni competitive SPAZIO PIEMONTE e PANORAMICA DOC. Rispettivamente, 20 cortometraggi e 6 documentari – di cui due hanno raggiunto il tutto esaurito in sala – che racchiudono l’anima del festival, la volontà di dare spazio ad autori piemontesi, case di produzione locali e professionisti del cinema che hanno scelto il Piemonte per i propri progetti, trovando in regione terreno fertile per proficue collaborazioni.
Ognuna delle due sezioni competitive ha un premio principale il “Premio Torèt” rappresentato dalla iconica statuetta della fontanella torinese, omaggiato I Love Torèt. Inoltre, a numerosi premi assegnati anch’essi dalle giurie e quelli selezionati dalla realtà partner del gLocal.

Via con premi, foto e motivazioni!

PANORAMICA DOC

 

La giuria composta da Eugenio Allegri, Daniela Persico e Daniele Segre assegna

PREMIO TORÈT – ALBERTO SIGNETTO PER IL MIGLIOR DOCUMENTARIO (premio in denaro del valore di 2.500 €) dedicato al ricordo del regista e amico e rappresenta l’impegno di questo premio

My Home, in Libya di Martina Melilli

MOTIVAZIONE. Grazie a uno sguardo delicato e intuitivo attraverso cui il presente richiama la Storia del nostro Paese, il film affronta un rimosso storico utilizzando un linguaggio cinematografico innovativo, che unisce nuovi media, arte contemporanea e padronanza estetica. Una densità emotiva in crescendo che produce una presa di consapevolezza e permette di riannodare il filo della memoria, dalla dimensione domestica a quella geopolitica mediterranea, emblema dell’instabilità del nostro contemporaneo.

 

Gli otto esercenti cinematografici del circuito Movie Tellers

Riccardo Costa – Sala Pastrone di Asti; Gianni Deambrogio – Cinema Splendor di Chieri; Roberto Dutto – Cinema Lanteri di Cuneo; Fernando Perona – Cinema Margherita di Cuorgnè; Gualtiero Pironi – Cinema Teatro Sociale di Omegna; Chiara Ponti – Sala Fassino di Avigliana; Giuseppe Ragaiolo – Cinema Silvio Pellico di Trecate; Arrigo Tomelleri – Cinema Verdi di Candelo, assegnano il

PREMIO DISTRIBUZIONE (consiste in un passaggio nelle sale del circuito Movie Tellers, grazie al sostegno dell’Associazione Piemonte Movie)

Scuola in mezzo al mare di Gaia Russo Frattasi

MOTIVAZIONE. Quando i riflettori si spengono e l’attenzione generale si distrae, il messaggio di speranza di una madre, di una donna, ci fa prendere coscienza di un’emarginazione, della precarietà di una società che diventa specchio di un tempo in cui l’educazione e la cultura non sono una priorità…

 

 

PREMIO DEL PUBBLICO (Selezione di vini offerti dall’Azienda vitivinicola Santa Clelia)

Tra i 6 documentari in concorso, il pubblico del gLocal ha votato in maggioranza

Waiting di Stefano Di Polito

 

 

PROFESSIONE DOCUMENTARIO (premio in denaro di 500 €)

La giuria composta da 250 studenti di Liceo Cottini – Torino; Liceo Berti – Torino; IIS Bodoni-Paravia – Torino; IIS Baldessano Roccati – Carmagnola (TO); IIS Quintino Sella – Biella (BI); Città dei mestieri e delle Professioni – Torino; O.D.S. Operatori Doppiaggio e Spettacolo – Torino assegna il premio a

A spasso con i fantasmi di Enrico Verra

MOTIVAZIONE. Per il riuscito utilizzo di linguaggi differenti, per la semplicità narrativa e per la capacità di generare interesse e curiosità anche fra coloro che Torino pensavano di conoscerla bene…

 

 

SPAZIO PIEMONTE

 

La giuria formata da Viviana Carlet, Mauro Montis e Fabio Tagliavia assegna i premi

PREMIO TORÈT – MIGLIOR CORTOMETRAGGIO (premio in denaro del valore di 1.500€)

La lampara di Gino Caron

MOTIVAZIONE. Un piccolo trattato di economia dei mezzi espressivi che attraverso poche ed efficaci scelte – un volto, un ambiente, un movimento di macchina – ci conduce nel cuore dell’esistenza umana.

 

 

MENZIONE MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

Whitexploitation di Riccardo Menicatti e Bruno Ugioli

MOTIVAZIONE. Ritmo incalzante per una commedia dai temi super attuali che vengono affrontati con l’ironia di chi vive un modello culturale ai limiti della fantascienza.

 

 

PREMIO ODS – MIGLIOR ATTORE (buono di 600€ per i percorsi di formazione o seminari proposti dalla Scuola O.D.S. Operatori Doppiaggio e Spettacolo)

Christian Burruano in Camshot di Mattia Napoli

MOTIVAZIONE. Per la capacità di costruire un personaggio credibile in grado di sorreggere l’intero mondo narrativo.

 

 

PREMIO ODS – MIGLIOR ATTRICE (buono di 600€ per i percorsi di formazione o seminari proposti dalla Scuola O.D.S. Operatori Doppiaggio e Spettacolo)

Sofia Chiarelli in Salvatore di Maria Allegretti

MOTIVAZIONE. Per la raffinata interpretazione di un personaggio che ci accompagna nei luoghi oscuri della disperazione umana.

 

 

PREMIO MIGLIOR CORTO D’ANIMAZIONE (consiste in un buono di 150€ per la Libreria Pantaleon)

Bavure di Donato Sansone

MOTIVAZIONE. Geniale. Tecnicamente perfetto. L’artista ci accompagna nel suo mondo fantastico e a volte complesso, ma che riusciamo a codificare e interpretare. Donato Sansone riesce a stupirci creando mondi immaginari, indagando nuove tecniche artistiche e nuovi racconti.

 

 

MENZIONE MIGLIOR CORTO D’ANIMAZIONE

New Neighbours di Sara Burgio, Andrea Mannino e Giacomo Rinaldi

MOTIVAZIONE. Un gusto nostalgico e retrò che dimostra la consapevolezza del linguaggio dell’animazione nei suoi sviluppi storici. Nella speranza che i giovani autori proseguano questo percorso di ricerca, nella magia che tutti riconosciamo nei grandi autori.

E

Premio Scuola Holden – Miglior Sceneggiatura Assegnato dagli allievi del College Cinema della Scuola Holden, il premio consistente nella partecipazione a uno dei corsi della Palestra Holden.

New Neighbours di Sara Burgio, Andrea Mannino e Giacomo Rinaldi

MOTIVAZIONE. Perché tratta il tema dell’intolleranza in maniera originale, utilizzando un’estetica vintage che sottolinea l’anacronismo di atteggiamenti che al giorno d’oggi dovrebbero essere ormai superati. Per la capacità di raccontare in modo efficace e intenso una storia solo attraverso l’utilizzo delle immagini, come sapeva fare il cinema delle origini. Per l’immagine finale dei bambini che, con la loro innocenza, riescono a superare ogni tipo di barriere e a educare gli adulti a una diversa convivenza.

 

 

 

PREMIO DEL PUBBLICO (Selezione di vini offerti dall’Azienda vitivinicola Santa Clelia)

Tra i 20 cortometraggi in concorso, il pubblico del gLocal ha votato in maggioranza

Il ragazzo che smise di respirare di Daniele Lince

 

 

PREMI PARTNER

 

Premio Cinemaitaliano.info – Miglior Cortometraggio Documentario Assegnato dalla redazione di Cinemaitaliano.info, consiste nella pubblicazione del corto sul portale Cinemaitaliano.info.

Brucia la Sabbia di Riccardo Bianco

MOTIVAZIONE. Per aver costruito un racconto intenso e partecipe attraverso incontri unici e profondi, tra bombe sempre più vicine e una voglia di vivere sempre e comunque forte.

E

Premio Machiavelli Music – Miglior Colonna Sonora Assegnato da Machiavelli Music consistente nella pubblicazione e distribuzione su Apple Music, Spotify, Deezer e i principali store worldwide.

Sartoria Sonora per il film Brucia la Sabbia di Riccardo Bianco

MOTIVAZIONE. La musica è sapientemente “cucita” sulle immagini accompagnando con sapienza e delicatezza le immagini drammatiche che ritraggono la città di Aleppo. Le sonorità contemporanee ed al contempo ricche di rimandi alla tradizione, ci raccontano in questo viaggio, intrapreso insieme agli autori, uno spaccato in soggettiva, con una forza ed un realismo tanto duro quanto incisivo.

 

 

PREMI SPECIALI

 

Premio Vecosell – Miglior Videoclip

Assegnato dal gLocal e Seeyousound, consiste in un buono da 100€ presso i negozi Vecosell

Everything you’ll need (The Yellow Traffic Light) di Mario Toyoshima

Un prodotto delicato, il percorso e i flashback di una storia d’amore che sta per diventare matrimonio e che nelle paure della sposa forse ha già perso l’innocenza che quell’amore ha fatto sbocciare. Un melanconico tributo ai Joy Division caratterizzato da un eccellente uso della fotografia e da un interessante uso della location, con la città di Varsavia che diventa neutra spettatrice nel suo brutalismo architettonico della liason dei due giovani protagonisti.

 

 

Premio Scuola – Miglior Cortometraggio

Quelli della piazza realizzato dalla classe 3A – Operatore Grafico Multimedia, Piazza dei Mestieri

MOTIVAZIONE. Per la capacità di fare sorridere lo spettatore, raccontando con leggerezza e umorismo le difficoltà e l’amicizia di un gruppo di adolescenti.

 

Previous post

SVELIAMO IL FESTIVAL!

Next post

This is the most recent story.

admin

admin

No Comment

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *