Sabato 25 febbraio inauguriamo una nuova iniziativa in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema di Torino e Film Commission Torino Piemonte: gLocal Doc / Il cinema del reale in Piemonte.
L’obiettivo degli appuntamenti che si terranno, con cadenza periodica, al Cinema Massimo, sarà di valorizzare il ricco panorama documentaristico girato e prodotto nella nostra regione, con appuntamenti in anteprima e incontri dedicati alle opere in via di sviluppo.
Proprio a questa seconda tipologia appartiene il debutto della rassegna, con la presentazione del progetto Il Patto della Montagna di Manuele Cecconello e Maurizio Pellegrini.
 
C’è una storia che pochi conoscono e che si svolge in Piemonte, a Biella. Una storia nobile italiana che intreccia i destini di imprenditori tessili, lavoratori e partigiani, che nel 1944 – durante la Resistenza, scrivono insieme un Patto che afferma, per la prima volta in Italia e in Europa, la parità salariale tra uomo e donna. Il Patto della Montagna stabilisce infatti “pari salario a pari lavoro” e segna una conquista che diverrà nazionale ed europea solo negli anni Sessanta.
 
Il documentario, di cui verranno presentati alcuni estratti, indaga le ragioni dell’eccellenza del prodotto tessile, trovandola nella qualità delle relazioni tra gli uomini, ovvero nella capacità di affrontare i conflitti attraverso una mediazione fondata sul rispetto reciproco.
 
Tra parole dette e recitate, pezzi di film, cammei di testimoni eccellenti, il pubblico sarà coinvolto in questo racconto inedito dagli autori e registi, da storici, stilisti e chi degli enti pubblici che sostengono la produzione crede che il cinema abbia un nuovo ruolo da esprimere.
 
La serata è devoluta in parte a sostegno della raccolta fondi per la produzione del film e prevede un biglietto d’ingresso di 6 € con parte dell’incasso destinato al completamento del film.
Sabato 25 febbraio
Inizio serata: ore 20.30
Cinema Massimo (via Verdi 18)
Previous post

TSTW 5: IL PROGRAMMA COMPLETO!

Next post

GUARDIE & LADRI: LA RASSEGNA

admin

admin

No Comment

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *